TOP

RC Auto: con le auto storiche si risparmia

Il prezzo delle RC Auto è sempre un po’ troppo elevato, ma per i possessori di auto storiche (vi dicono niente 500, Citroen Diane, Mini Minor?) la polizza assicurativa è una tassa molto sopportabile. Certo, consumeranno di più e non potranno eguagliare le prestazioni di un Suv, ma a livello assicurativo sono le più convenienti.

A quanto rivela l‘Aci, le macchine che hanno superato la maggiore età sono raddoppiate in poco più di 10 anni, passando dalle 2.707.081 del 2000 alle 4.155.257 di oggi. Il fascino del vintage, dopotutto, riguarda anche gli autoveicoli, ma non è solo il mito nostalgico del passato il fattore predominante, ma anche la bellezza di modelli d’epoca che difficilmente i prototipi moderni potranno pareggiare.

Tuttavia c’è una buona notizia per i possessori di tali auto: la RC Auto è davvero conveniente e si aggira in una fascia di prezzo compresa tra i 100 e i 170 euro l’anno. Davvero molto poco rispetto alle RC Auto più esose, e per certi versi, non potrebbe essere altrimenti. Forse è anche per questo che in molti, recentemente, si interessano di auto storiche. I parametri che determinano un’auto storica, sono forniti prevalentemente dall’interesse storico/collezionistico che la pervade, a partire dal fattore industriale per concludersi al fattore estetico e di costume.

Oltre alle auto storiche, c’è anche un altro trend molto in voga ultimamente, stando ai dati di Cercassicurazioni.it: quello delle auto usate, la cui domanda per la polizza è passata dal 12,4% del primo semestre 2012 al 14% di adesso. Cala invece la domanda delle tariffe per auto nuove.

La crisi passa anche nel mercato automobilistico, ma nulla può contro la forza dirompente del passato: sembra una pubblicità, invece è una solidissima (e testimoniata) realtà.

Leggi Tutto
TOP

Caro benzina: aumentano i prezzi dei carburanti

Nuova puntata sul fronte “caro benzina“: Q8 ed Eni hanno infatti aumentato i prezzi dei carburanti.

Anche grazie alla marcia indietro delle quotazioni internazionali e al forte recupero dei margini lordi, le altre compagnie restano ferme al prezzo stabilito. Q8 ha invece incrementato di 0,5 centesimi i prezzi di benzina e diesel, mentre Eni ha aumentato di 1 centesimo il gpl.

Le medie nazionali si attestato a 1,935 euro/litro per la benzina, 1,822 per il gasolio e 0,796 per il gpl.

In base al report di Quotidiano Energia, andiamo a vedere ora la media nazionale dei prezzi dei carburanti praticati dai gestori:

ENI

  • Benzina: 1,932
  • Diesel: 1,820
  • Gpl: 0,794

TOTAL/ERG

  • Benzina: 1,934
  • Diesel: 1,817
  • Gpl: 0,795

ESSO

  • Benzina: 1,933
  • Diesel: 1,816
  • Gpl: 0,785

IP

  • Benzina: 1,934
  • Diesel: 1,816
  • Gpl: 0,787

Q8

  • Benzina: 1,932
  • Diesel: 1,820
  • Gpl: 0,794

SHELL

  • Benzina: 1,935
  • Diesel: 1,822
  • Gpl: 0,795

TAMOIL

  • Benzina: 1,933
  • Diesel: 1,812
  • Gpl: 0,789

NO LOGO

  • Benzina: 1,848
  • Diesel: 1,718
  • Gpl: 0,781
Leggi Tutto
TOP

RC Auto: ecco alcuni consigli su come risparmiare

Volete alcuni consigli su come risparmiare sulle RC Auto? Ecco a voi alcuni suggerimenti e riflessioni, per cercare di capire quale sia il miglior modo per risparmiare sulle vostre polizze e su cosa risulti realmente vantaggioso e conveniente.

Il nostro Paese ha il triste vanto di avere, in fatto di assicurazioni auto, le tariffe più care d’Europa: ne abbiamo già parlato, facendo anche il confronto con gli altri Paesi europei e testimoniando, a volte con qualche brivido lungo la schiena, quanto grande sia il divario dei costi, senza considerare l’aggiunte di imposte come il bollo e di spese necessarie come la manutenzione, la benzina e i parcheggi.

E così sembra utile tentare di redigere una lista di consigli su come risparmiare sulle RC Auto: il costo dell’assicurazione, infatti, è una delle principali questioni che ci fanno tremare ogni qualvolta siamo in procinto di acquistare un’auto, anche usata. I prezzi sono notevolmente elevati, e in poco più di 20 anni c’è stato un incremento davvero straordinario dei prezzi, di oltre il 200%, cifre che, entro la fine dell’anno, sono, secondo molti, destinati a rincarare, come se non bastasse, ancora un po’ di più.

Uno dei migliori modi per risparmiare sulle polizze auto è rappresentato dal confronto via web: vi sono infatti diversi siti che aiutano gli utenti a effettuare il confronto tra il costo delle diverse assicurazioni, consentendo così di trovare in breve tempo, l’offerta più vantaggiosa e conveniente sotto tutti i punti di vista, in base alle proprie esigenze. Considerando che i costi variano in base anche alla regione, ai dati personali e alle caratteristiche dell’automobile, è necessario affidarsi a compagnie assicurative che vantano il miglior rapporto qualità-prezzo, e il confronto sui siti internet contribuisce ad agevolare notevolmente il reperimento della soluzione più adatta alle nostre tasche.

Tuttavia è anche vero che a partire dagli anni 2000, a causa della liberalizzazione del mercato, ci si può affidare anche ad agenzie assicurative online, che garantiscono, al pari della qualità, anche prezzi altamente vantaggiosi.

Un’altra soluzione utilizzata spesso dagli automobilisti è quella di affidarsi ad assicurazioni temporanee o semestrali: in questo modo si evita di pagare il prezzo annuale, ma non certo di spendere molto di meno, poiché, proprio per far fronte al mancato introito, le compagnie assicurative stabiliscono dei prezzi adatti al mercato per garantire all’automobilista una copertura semestrale a un prezzo che non prevede risparmi eccessivi o sconti improponibili. Lo stesso discorso, naturalmente, vale anche per le assicurazioni temporanee.

Al di là di tutto, il modo migliore per affidarsi a una polizza auto che ci garantisca un risparmio di circa 400-500 euro è quello di effettuare confronti sul web sulle migliori agenzie assicurative: solo in questo modo, comodamente da casa e in tutta calma, ci potremo avvicinare al prezzo più vicino alle nostre esigenze.

Leggi Tutto