TOP

Rc Auto: cosa cambia con il decreto sulle liberalizzazioni?

Cosa cambia con il decreto sulle liberalizzazioni per l’Assicurazione Rc Auto?

Convertito recentemente in legge dal Parlamento, il decreto sulle liberalizzazioni varato dal governo Monti si è occupato anche del comparto assicurazioni. Tra i diversi punti che determinano il decreto, uno di questi riguarda le polizze assicurative Rc Auto, basate sulla “dematerializzazione del contrassegno“.

Il classico contrassegno, dunque, verrà sostituito da un microchip elettronico, una novità di cui se ne parla da tanto tempo e che oggi sembra ormai avere una sua realizzazione. Il contrassegno di carta, infatti, è facilmente falsificabile e può essere anche acquistato dai falsari per pochi euro: un problema di natura non indifferente che pesa sulle vittime degli incidenti provocati da chi pensa che l’assicurazione auto sia solo un gioco.

Le cifre che riporta l’ACI sui veicoli privi di assicurazione non tranquillizzano di certo: sarebbero infatti circa 3,5 milioni i veicoli senza assicurazioni, ovvero il 10% del comparto totale dei veicoli in Italia, che va a provocare anche la mancanza di introiti per 1 miliardo di euro nelle casse dello Stato.

Il microchip, sotto questo aspetto, sarebbe molto utile anche a ottimizzare le risorse economiche a disposizione e a incentivare i controlli.

Potrebbero tuttavia esserci delle complicazioni per chi deve installare il microchip elettronico, perché quest’ultimo può essere supportato solo su quei veicoli dotati di sistemi di lettura delle smart card, fondamentali per inviare i dati alla centrale operativa delle compagnie di assicurazione.

Quando verrà sottoscritta una nuova polizza Rc Auto, al cliente verrà consegnata una card nella quale saranno memorizzate tutte le informazioni necessarie sulla polizza, come i dati del contraente, la data di inizio e termine, le caratteristiche del veicolo, ma che non includerà il rilevamento della posizione tramite sistema Gps.

Attraverso il sistema elettronico, tuttavia, ci potrà anche essere un vantaggio per l’automobilista, ovvero quello di recepire avvisi immediati concernenti scadenze, controlli, revisioni e altre informazioni utili e promemoria.

Lascia un commento

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>