TOP

Sciopero dei benzinai il 4 e il 5 agosto: difficoltà per il primo maxi-esodo

Confermato lo sciopero dei benzinai il 4 e il 5 agosto: uno sciopero che provocherà diversi disagi per il primo maxi-esodo, previsto proprio per quel periodo jumping castle sales . Nonostante si spera in qualche spiraglio aperto dalla riunione di venerdì prossimo, lo sciopero dei benzinai del 4 e 5 agosto verrà con ogni probabilità confermato. Revocato invece quello di venerdì 3 agosto, al fine di agevolare il più possibile gli automobilisti. La presa di posizione contro il governo è comunque ferrea: Faib, Fegica e Figisc/Anisa, dopo un incontro con il Garante degli Scioperi, hanno comunicato in una nota che dalla mezzanotte tra venerdì 3 e sabato 4 agosto gli impianti resteranno chiusi, sia sulla rete ordinaria, sia sulla rete autostradale. Tuttavia, alcuni impianti resteranno aperti sulla rete autostradale, proprio per venire incontro alle esigenze degli automobilisti in viaggio, impegnati durante il primo maxi-esodo estivo. Si prevede infatti per il 4 agosto “bollino nero”, mentre il 3 e il 5 agosto sarà “bollino rosso”. Le motivazioni alla base dello sciopero sono da addursi prevalentemente alle politiche interne dell’industria petrolifera, che penalizzano gli interessi di lavoratori e consumatori. Le associazioni di categoria, dunque, richiedono al governo un intervento finalizzato a mediare le ripercussioni inflatable climb wall for salenegative su oltre 200mila piccole imprese di gestione, le quali danno lavoro a più di 120mila persone, sostenendo allo stesso tempo la sopravvivenza di numerose famiglie. Sotto accusa anche la guerra dei maxi-sconti e le altre iniziative elaborate dalle principali compagnie petrolifere: “Ai benzinai”, si legge nella nota “ la guerra dei maxi sconti ha già reso economicamente ingiustificata la gestione di una rete che durante la settimana si va desertificandoha già depotenziato lewater slide for sale attività accessorie con un ulteriore danno collaterale e, anche parlando solo di attività oil, ha già taglieggiato i gestori che non hanno difese di mercato per un ammontare di circa 40 milioni di euro di margini, senza una corrispondente riduzione di costi”.cheap christmas inflatables for sale

Lascia un commento

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>